IL GIOCO sull'enogastronomia romagnola

Magneda

Magneda

14,90

Che per te la domenica in Romagna sia la pasta fatta in casa della nonna azdora o la piadina sulla spiaggia poco importa: Magneda è il gioco che fa per te!
Magneda – Domenica in Romagna è un gioco di carte rapido e semplice, ideale per i pranzi con amici e famiglia in collina o sulla spiaggia.
Raccogli gli ingredienti e crea gli abbinamenti con i vini della zona per una domenica in Romagna tutta da manuale.

da 2 a 4

giocatori

da 8 anni

 di età

facile

difficoltà

gioco di

strategia

 

L'ambientazione

La visione dell’azdora con le mani nell’impasto dei cappelletti è una costante dell’immaginario romagnolo. La farina che vola, le mani sapienti che non hanno paura di affrontare la sfoglia e le dita che danzano sulla chiusura. E dobbiamo parlare degli odori e dei sapori? No, che poi piangiamo di gioia.

Le domeniche in Romagna sono da passare in compagnia, in allegria e leggerenza, ma mai senza far nulla (anche mangiare è un lavoro). Quindi armati di paranza e ricrea i patti tradizionali della Romagna, che la fame è il miglior condimento!

Gioco Va a Lavurà

Vuoi cucinare come la migliore delle azdore?

Afferra paranza e mattarello

Come si gioca

  • Il gioco dura circa mezz’ora e poi, tempo di una piada, potrai lanciarti subito in un’altra partita
  • Usa le 110 carte da gioco illustrate comporre la padina, gli strozzapreti al ragù e tante altre ricette. Fai anche da sommelier trovando il miglior vino da abbinare
  • Lo scopo di questo gioco di carte è ottenere il maggior numero di punti abbinando le carte ingredienti e quelle delle bevande per realizzare piatti tipici della Romagna
Contenuto della scatola

110 carte illustrate così suddivise: 23 carte dorso rosso “piatto tipico”, 78 carte dorso giallo (60 ingredienti, 13 bevande,1 carta “companatico” e 4 carte “parananza”), 4 carte riepilogo fasi di gioco), 1 regolamento.

Chi ha realizzato questo gioco

Simone Riggio, Veronica Tordi

Autore e autrice

Agnese Rossi

illustrazioni

scopri il mondo dei giochi della Romagna sui social

Potrebbe piacerti anche